Be sweet, be a Mother

Crescere i figli… tra alto contatto ed ironia

Mamme che si raccontano

bacio a Simone

Care mamme lettrici (sì dai, siete fondamentalmente donne, gli uomini mi scuseranno!), da un po’ penso che mi piacerebbe conoscere anche le vostre storie, i vostri pensieri, chi siete, cosa fate e come vivete la maternità;
penso soprattutto a chi mi segue perché ha il mio stesso approccio (ma tanto già so che le altre se la sono data a gambe ;P, meglio pochi ma buoni!).

Ebbene ho deciso di dedicarvi una sezione sul blog 😀

Potete parlare di quello che più vi piace, raccontare un aneddoto, un’esperienza, un problema anche! Quello che vi sta a cuore insomma, zero censura 🙂

Mandatemi il vostro scritto via email ed io lo pubblicherò (chiaramente rispettando la vostra privacy!) e così potremo formare un bel gruppo di mamme ad alto contatto che si raccontano e si sostengono!

Il mio contatto è besweetbeamother@gmail.com .

Michela

11 thoughts on “Mamme che si raccontano

  1. Sto scrivendo di me e delle mie vicissitudini di quasi-manna alla 40esima settimana sul mio blog:
    https://ominouovo.wordpress.com/

    Mi piacerebbe invitarti a leggerlo:)

    Mi piace

  2. Neo mamma da un mese impanicata paranoica e spaventata 🙂 ci hanno dimesso con le poppate artificiali ad orario, da una settimana ho comiciato a darle solo il mio latte, ma sono terrorizzata che questo non basti
    Un saluto a tutte da Martina e Iris

    Mi piace

    • Tutto nella norma, tranquilla! Per quanto riguarda il latte magari puoi farti seguire da un’ostetrica del consultorio della tua zona (o da una privata se preferisci), così ti possono dare qualche “dritta”; in bocca al lupo! (sarà bellissimo essere mamma :D)

      Mi piace

  3. Pingback: L’inserimento al nido – guest post di mamma Lucia | Be sweet, be a Mother

  4. Pingback: Le perle di saggezza del piccolo Matteo- guest post di mamma Carla | Be sweet, be a Mother

  5. Buongiorno a tutte sono Vanessa mamma di Gaia 13 mesi. Da quando è nata noi viviamo a strettissimo contatto. Nenna a tempesta, dormire nel lettone, mai urla e cercata di gestire le richieste anche più assurde col sorriso. Le critiche sono sempre state tantissime ma io sono sempre stata più forte. Ora Gaia ha sviluppato un mammismo esagerato x cui se ci sono io lei rifiuta anche suo padre. Chiaramente x tutti è colpa mia e dei miei metodi innovativi. In particolare mi accusano dicendo che Nn si staccherà dal seno e che cmq prima o dopo dovro’farla piangere. Non puo’essere che col tempo invece lei si allontani da sola e così il distacco dal seno e dal lettone sia meno violento? Grazie a tutte in anticipo.

    Mi piace

    • Innanzitutto mi ha fatta sorridere “nenna a tempesta” 😀 “Non puo’essere che col tempo invece lei si allontani da sola e così il distacco dal seno e dal lettone sia meno violento?” Sarà così 🙂 Sii forte anche stavolta, il “mammismo esagerato” a 13 mesi è naturale come avere due occhi, continua a costruire la sua sicurezza e non temere. Verso i due anni di Simone mi ero presa una brutta tracheite e sono stata “esiliata” dal lettone da mio marito, perchè con la mia tosse continua nessuno riusciva a dormire. Io sul divano non ho chiuso occhio e tenevo le orecchie a punta per captare anche il minimo segnale del mio bimbo, aspettando che mi chiamassero per la “tetta”. Non mi hanno mai chiamata. La mattina il papà mi ha detto “sì, si è svegliato. Sì, ha chiesto di te. Gli ho detto che eri in salotto per la tosse. Allora invece di “tetta” ha chiesto “acqua”, e si è rimesso a dormire.” Bé, non lo avrei mai creduto possibile 🙂 Per il sonno leggi qui http://mammavegana.blogspot.it/2013/10/sei-grande-puoi-dormire-senza-di-me.html 🙂 E se hai bisogno di “sostegno emotivo” unisciti a questo gruppo https://www.facebook.com/groups/626145907410649/, siamo tutte mamme ad alto contatto 🙂 Intanto giro il tuo scritto sulla pagina del blog https://www.facebook.com/besweetbeamother , vedrai che qualche mamma ti rassicurerà ❤

      Mi piace

    • Ciao, mi ritrovo molto nelle tue parole…anche per me con la prima erano critiche continue, é troppo attaccata a te, devi staccarla dalla tetta, etc…beh? Sai che c’é? Mia figlia si é staccata al seno da sola poco dopo i due anni e mezzo ed é una bimba autonoma (per quanto lo si possa essere a 4 anni e mezzo!) e molto spigliata. l’attaccamento, l’allattamento sono fasi, poi passano o piuttosto si trasformano…se quando ti criticano vuoi dare una veste scientifica ed autorevole alle tue risposte, ti consiglio il libro di Bowlby “attachment and loss” (dovrebbe esserci anche in italiano, attaccamento e perdita), per scoprire che siamo dei magnifici animali! Buon proseguimento!

      Mi piace

  6. Pingback: L’imperscrutabile logica dei bambini (guest post di mamma Elena) |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...