Be sweet, be a Mother

Crescere i figli… tra alto contatto ed ironia

Mamma vegana, figlio vegano?

8 commenti

“Mamma me lo fai?” Mi domanda Simone indicando i petti di pollo della bottega bio…

Mio figlio conosce la carne, e tra l’altro la adora, così come il pesce ed i formaggi; questo perché, io prima ed il papà poi, abbiamo cambiato dieta verso i suoi due anni e lui era già di buona forchetta da tempo.

Si parla spesso di “dieta imposta” quando i genitori (vegetariani o vegani) decidono che anche i propri figli seguano la loro stessa alimentazione (ed anche di “dieta sbagliata”, ma questo è un capitolo a parte).

Io credo che far mangiare mio figlio in modo vegano a casa, ovvero fargli mangiare ciò che cucino per tutti noi, non sia affatto un’imposizione, ma piuttosto una decisione che sorge naturale se si considera questo un modo di alimentarsi più salutare e più sostenibile.

Prendiamo decisioni per i nostri figli tutti i giorni: scegliamo la loro scuola, scegliamo la loro religione, scegliamo quasi tutto fino ad una certa età.

Quindi perché mai non dovrei proporre a mio figlio un tipo di alimentazione che è comprovata scientificamente come idonea e sana?

E quindi cosa gli ho risposto? Gli ho risposto di sì, senza esitazioni, ed a pranzo si è mangiato i petti di pollo.

Un controsenso?

No, semplicemente tutela.

A casa mangia come noi e non c’è nessun problema, nei piatti c’è per tutti lo stesso cibo.

Ma non me la sono sentita di renderlo “socialmente diverso” a scuola, alle feste, a casa di amici… In queste occasioni mangia come i bambini onnivori (in effetti, lui è un bambino onnivoro!): questo perché non ho ritenuto opportuno per mio figlio in questo momento affrontare alcune tematiche strettamente legate alla mia scelta, una su tutte la morte.

Quindi un mio “no” senza spiegazioni lo avrebbe sicuramente mandato in confusione.

Ci sarà tempo e modo perché capisca e scelga, a 4 anni mi sembra un po’ fuori dalla sua portata (parlo del mio, ci saranno sicuramente bambini della stessa età più consapevoli).

La scelta veg passa inevitabilmente attraverso salute ed etica.

Non posso mettermi a spiegare ad un bambino così piccolo i vari studi clinici in cui le proteine animali sono accusate di concorrere all’insorgenza di alcuni tipi di tumore (“Tumo-che, mamma?!”), né come vengono trattati gli animali negli allevamenti intensivi, o che inevitabilmente ciò che ha nel piatto prima di finirci fosse vivo.

Prima che alla sua dieta penso al suo cuore.

Muoio un po’ ogni volta che mi dice che ha mangiato cose che io non gli darei, ma il mio amore è incondizionato anche in questo, rispetto la sua ingenuità, gli sorrido e gli chiedo se gli è piaciuto.

Nel frattempo lavoro sul suo subconscio in modo subdolo, come la goccia scava la roccia… “Guarda Amore! I maialini! Che belli!!!” 😛

Autore: Michela

Mamma ad alto contatto, laureata in psicologia dell'età evolutiva, vegana, filorientale. Nel mio blog parlo di maternità, di risparmio e della scelta vegan. Con ironia!

8 thoughts on “Mamma vegana, figlio vegano?

  1. Ti faccio i miei complimenti. La tua dieta non è stata imposta, è giusto lasciare uno spazio per loro che sono piccoli e non in grado di prendere decisioni assennate. Fai altresì bene a proporgli gli stessi cibi che voi consumate, non è mica un albergo dove ogni pasto c’è qualcosa di diverso per tutti. Sono per le mezze misure, brava.
    A presto, momfrancesca.

    Mi piace

  2. Mi sembra un comportamento estremamente corretto e saggio! Brava. Hai ragione, non è il momento delle spiegazioni, che arriveranno più facilmente tra un po’ e senza traumi visto il clima sereno!

    Mi piace

  3. condivido pienamente 🙂

    Mi piace

  4. Io sono cresciuta vegetariana, in realtà lo sono dai 5 anni di età,e lo sono i miei fratelli e nipotini, io non facevo eccezioni,ma in realtà non mi ricordo di essermi mai sentita in difetto per quello che mangiavo, certamente me le sentivo dire di tutti i colori, ma dagli adulti ignoranti, rispetto e capisco la tua decisione, io pero vorrei provare a far mangiare sempre mio figlio come me, lui e’ ancora piccolo e questi problemi non gli ho ancora incontrati ma spero che , come me quando ero piccola, capisca senza pero giudicare gli altri negativamente e senza sentirsi un imposizione,ama fino a quando lui sarà adolescente vorrei alimentarlo come ci alimentiamo noi! spero di farcela.

    Mi piace

    • Ed io lo spero con te!
      La difficoltà principale è che avendo svezzato Simone come onnivoro (perché lo eravamo ancora anche noi) ed essendo lui un’appetitosa forchetta, fa proprio fatica a non mangiare carne e pesce, li adora -.-‘

      Mi piace

      • Grazie, anche io lo ero fino a 5 anni ma non so come caspita hanno fatto mia mamma e gli altri… comunque io ero difficile mangiavo poco. fai quello che ti senti, non dev essere facile. magari da adulto scegliera piu consapevolmente… ci teniamo aggiornate.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...