Be sweet, be a Mother

Crescere i figli… tra alto contatto ed ironia

La giornata tipo di una mamma qualunque…

5 commenti

superman-logo

Tu, che il parto non è andato proprio come lo avevi sognato (hai presente nella Bibbia, “partorirai con dolore”?! Ecco, avevano ragione!), ma “Pazienza, l’importante è che tu sia qui”.

Ed ora le tue giornate sono scandite da un altro orologio, quello biologico dei bisogni.

I tuoi? Ma va! I suoi, che te lo dico a fare.

Tu, che ti svegli la notte per la decima volta e dici a tuo figlio “Vuoi che muoro?!?!?!… Ma ti voglio bene lo stesso…” e imprechi contro la fisiologia del sonno neonatale (si sa, i giorni delle mamme iniziano la notte…).

Tu, che punti la sveglia un quarto d’ora prima perché per colazione gli fai trovare una casetta di fette biscottate (e poi ti dicevano che non eri un’artista, tzè).

Tu, che avevi pensato di tornare subito al lavoro e poi invece sei rientrata dopo la facoltativa.
Chiedendo il part time.
Perché non riesci a stare senza quel fagotto (l’unico un po’ contrariato è il conto corrente)…

Ed ora corri in eterna lotta contro il tempo… Perché il part time te l’hanno pure dato, ma inizi alle otto e per quell’ora devi essere lavata, vestita, truccata (mica vorrai uscire struccata?! Non ti ha insegnato nulla Carrie di Sex&The City?!) e con quella fretta a volte hai sbagliato bocca ed alle sette e quaranta hai lasciato in braccio alla nonna un pupo col rossetto (e vabbè, stava pure bene…).

Tu che al lavoro guardi l’orologio più di Facebook, perché non vedi l’ora di spupazzartelo di nuovo, anche se ti vergogni ad ammetterlo, perché poi ti dicono che sei morbosa…

Tu, che in pausa pranzo ti sei fatta una cultura tanta ed una seconda laurea in pedagogia non te la leva nessuno, e che all’ennesimo “Lo vizi!” hai iniziato ad elencare gli studi sull’attaccamento di talmente tanti psicologi che, pur di non imbattersi mai più in una trappola del genere, la volta seguente non proferiranno parola sui tuoi metodi.

Proprio tu sì, che prima eri un tutt’uno con il junk-food ed ora cascasse il mondo se ai bambini dai qualcosa che non sia biologico certificato.

E tra la spesa, il parco ed i salti nelle pozzanghere (non ne puoi più di Peppa Pig? Benvenuta nel club!) si fa sera…

E la sera per te che non mancavi un aperitivo, che eri l’anima della festa e vestivi fashion e cool, ora significa pigiama party ed alle nove a nanna.

Però sei più felice.

E allora tu, quando tutto tace e scansando i giochi ti fai strada verso il letto, guardati allo specchio…

Cosa vedi?

Io vedo una Supermamma.

Autore: Michela

Mamma ad alto contatto, laureata in psicologia dell'età evolutiva, vegana, filorientale. Nel mio blog parlo di maternità, di risparmio e della scelta vegan. Con ironia!

5 thoughts on “La giornata tipo di una mamma qualunque…

  1. cercavo mommybloggers su wordpress ed eccoti… 🙂

    Mi piace

  2. Supermamma presente!
    Che si alza alle 6:30 si veste e si prepara, alle 7:00 sveglia la 4enne la porta all’asilo e alle 8:00 (a volte 01; 02; 03…..) timbra il cartellino!
    8 ore in ufficio e finalmente la sera, quando rivedo lei. Solo allora la giornata inizia ad avere un senso..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...