Be sweet, be a Mother

Crescere i figli… tra alto contatto ed ironia

La noia, gli hotel che odiano i bambini e le vacanze da panico

2 commenti

 

Misano Adriatico 2013

Io mi ricordo… tempi lontani in cui “vacanza” era ovunque e comunque (ed anche con chiunque!).

Io mi ricordo…

2005: Barcellona, in dodici, ostello, soldi al minimo e voglia di vivere al massimo (non ho una sola foto in cui non fossi ubriaca, perciò passo… ;P);

Parc Guell

2007: Barcellona, con mio marito quando ancora non era tale, camera in affitto, ristoranti vista mare e romanticismo;

fundació joan miró museum

2008: Barcellona (adoro Barcellona, si era mica capito?!), con le amiche di tutta una vita, incontri che segnano e momenti da ricordare;

Mare Magnum

E poi Los Angeles, la Polinesia, l’Umbria, la Toscana…

E poi un bambino.

E mò?

Panico e paura.

Sarà che io ho centoseimila esigenze…

  1. Non voglio neanche sentir parlare di prendere la macchina (con i cinquanta gradi all’ombra che ci sono ad agosto, mi pare il minimo), quindi devo essere non dico alloggiata in spiaggia ma quasi;
  2. Non voglio sentirmi un cammello immedesimandomi in mia madre che tirava una carovana con cinque figli, un numero indefinito di teli mare, un numero indefinito di borse giochi ed un numero indefinito di bestemmie; voglio una spiaggia attrezzata di ombrelloni, lettini, giochi per bambini, piscina per quando il mare è mosso, bagno esclusivo per i piccoli e animazione che abbia un senso;
  3. Non voglio sentirmi colpita dai dardi di fuoco del proprietario se mio figlio si alza dal tavolo durante la cena e si accomoda ad altri tavoli per imbastire piacevoli conversazioni con sconosciuti imbarazzati; voglio un posto dove i bambini possano sentirsi liberi di cambiare più famiglie in una sola serata chiaccherando del più e del meno con i figli di tutti e passando da un tavolo all’altro senza che questo sia di fastidio per nessuno, semplicemente perché siamo tutti nella stessa barca;
  4. Non voglio andare a letto alle otto e mezza perché gli unici divertimenti proposti sono o la briscola chiamata con gli over 70 o la lap dance con Minnie Mignotta;

E sarà anche che spesso (troppo spesso) capita che sulla carta sia tutto perfetto e poi lì in realtà i bambini meno li vedono e meglio stanno…

Per ovviare a tutto questo la mia amica Francesca Moscarelli ha pensato di dare vita ad Around Family, che si preoccupa di recensire personalmente le strutture proposte descrivendone pregi e difetti in modo intelligente ed imparziale.

Il sito è in costruzione e Francesca ha pensato di implementare la “familysearch”: una ricerca avanzata e personalizzata per ogni famiglia con filtri, check, e tanto altro;

per farlo si appoggia ad Eppela, una piattaforma di crowfounding, dove chiede un sostegno per questo progetto 🙂

Dai che io ne ho le scatole piene di vacanze in cui non vedi l’ora che finiscano!

P.S. Fra, mi devi un soggiorno romano coi fiocchi ;P

Autore: Michela

Mamma ad alto contatto, laureata in psicologia dell'età evolutiva, vegana, filorientale. Nel mio blog parlo di maternità, di risparmio e della scelta vegan. Con ironia!

2 thoughts on “La noia, gli hotel che odiano i bambini e le vacanze da panico

  1. Non ho ancora problemi, ma ti dirò, non sono affatto imbarazzata quando i bimbi di sconosciuti vengono al mio tavolo o a parlarmi! Pensa che una volta ero al mare con fidanzato e amici e ho passato la mattinata a giocare con Mattia sul bagnasciuga… Chi è Mattia? Boh non l’ho mai rivisto, a mezzogiorno andò via con la mamma. Avrà avuto tre, massimo quattro anni…

    Maira

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...