Be sweet, be a Mother

Crescere i figli… tra alto contatto ed ironia

Scuola Americana, Scuola Montessori, Scuola Svizzera…

Lascia un commento

Gengio ha da poco compiuto l’anno e gia’ ci stiamo scervellando sulla scelta dell’asilo, ci penso tanto, ci penso spesso, ma diciamocela tutta, non so se ci potremo permettere la follia.
Il problema e’ che un genitore vuole offrire sempre il top, no? L’asilo comunale sembra da sfigati e pezzenti, non ci si ricorda piu’ che invece ci siamo divertiti da matti…!
E’ che il mondo e’ cambiato, ora devi essere di piu’, devi essere bilingue a due anni, usare il pc a quattro, leggere il Financial Times a sei probabilmente.
E allora leggo attentamente i siti, faccio ricerche, conti, mando mail…
La Scuola Americana: che dire, superlativa. Lezioni in inglese, notebook sottobraccio, attivita’ extracurriculari che vanno dalla musica strumentale agli sport, tutto compreso.
E pero’ tutto compreso una cippa, son mica la figlia del Berlusca, date un occhio alle rette…
English language can open the doors of the world, but, Gengio, I’m very very sorry to communicate you that this school is out of our budget…!
La Scuola Svizzera: e’ svizzera, non ci si scappa; rigore e disciplina, ordine e pulizia, qui mi diventi un bravo soldatino inappuntabile nonche’ bilingue. Bilingue tedesco pero’. ‘Sta cosa boh, non mi dice piu’ di tot… L’inglese e’ ovunque, il tedesco sinceramente… Chi se lo incula?! (scusate il francesismo) Se voglio dargli piu’ chances per il futuro, piu’ che il tedesco, siamo sinceri, mi tocca iscriverlo o alla scuola islamica o a quella cinese!
La Scuola Montessori: sono psicologa infantile, che te lo dico a fare. Un metodo attuale, innovativo, very open mind, a 360 gradi.
La retta invece e’ a 380 euro. Mensili. Sticazzi.
Ma che se poi ci penso, mio padre aveva fatto lo stesso ragionamento per me, al liceo… Siamo onesti, papa’, oggi te lo posso dire: sono stati cinquanta milioni spesi male!
Al mio liceo c’erano piu’ drogati che alla stazione di Bergamo (la tua paura piu’ grande), ci ho messo il doppio per laurearmi (ok, facevo due lavori, ma i fatti son fatti!) e faccio un lavoro sottopagato.
E della mia classe sono forse quella uscita piu’ “normale”, e ho detto tutto.
I miei compagni sono diventati tossicodipendenti, galeotti, padri per caso, in terapia dall’analista…( ci sta una bella rimpatriata dai!)
Gengio, Gengio… Che confusione! Sara’ perche’ ti amo!

Autore: Michela

Mamma ad alto contatto, laureata in psicologia dell'età evolutiva, vegana, filorientale. Nel mio blog parlo di maternità, di risparmio e della scelta vegan. Con ironia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...